Caratteristiche, attualità e futuri sviluppi del re della musica in steaming

Spotify è il più popolare servizio per ascoltare musica in streaming sviluppato dalla Spotify AB, azienda fondata nel 2006 da Daniel Ek e Martin Lorentzon a Stoccolma. Il servizio è stato lanciato nel 2010 ed è arrivato in Italia solo nel 2012. Può essere utilizzato praticamente su ogni piattaforma, dal pc allo smartphone o tablet. Il tutto scaricando un’applicazione gratuita dal sito ufficiale di Spotify.

Una volta iscritti al servizio, si può ascoltare musica da un catalogo online di circa 15 milioni di brani, senza bisogno di scaricarli. I brani possono essere visualizzati per artista, album, etichetta, genere o playlist, ma anche tramite ricerca diretta. C’è anche una funzione di radio (Spotify Radio) che consente di scegliere un artista o brano e lasciare che Spotify proponga altri brani dello stesso artista o genere.

Sono possibili due tipi di iscrizione:

  • Free, gratuito, consente di ascoltare musica su qualsiasi dispositivo, ma con pubblicità visiva e radiofonica.
  • Premium, al costo di € 9,99 al mese, consente di ascoltare brani e scaricare musica offline in audio ad alta qualità, senza pubblicità.

Spotify è utilizzato attualmente da oltre 20 milioni di persone in tutto il mondo. Circa un quarto di queste hanno scelto da subito di usare la versione a pagamento. La sua popolarità è sicuramente dovuta alla semplicità d’uso, oltre che dall’integrazione con Facebook, la quale permette di iscriversi al servizio utilizzando le stesse credenziali di accesso e di condividere la musica ascoltata, le playlist e l’elenco degli artisti preferiti.

Finora Spotify ha contribuito a cambiare le nostre abitudini di ascolto della musica fuori casa, ma stando alle ultime tendenze, potremmo aspettarci anche un cambiamento di abitudini in casa, grazie al nuovo servizio Spotify Connect che combina l’ascolto in streaming con l’utilizzo di un audio di qualità tramite casse di alto livello e altri dispositivi. L’idea insita nel nuovo servizio è quella di passare ciò che stiamo ascoltando da uno smartphone o da un tablet a qualsiasi altro gadget domestico, utilizzando il cellulare come telecomando. Il tutto sempre direttamente dai server di Spotify. Già a partire dal corrente mese sono disponibili sul mercato le nuove casse audio della Philips, SW700M e SW750M, con prezzi rispettivamente di 99 e 149€, entrambe dotate di software che riceve la musica direttamente dai server di Spotify. L’altra novità, sempre in sinergia con Philips, riguarda la produzione di apparecchi tv Spotify Connect Ready.

È di alcuni giorni fa la notizia che Spotify ha firmato accordi di collaborazione con altri giganti dell’alta qualità audio e video, tra i quali Bose, Panasonic, Gramofon e Harman, quindi potremo sicuramente aspettarci a breve molte altre novità.

Share This